Building automation

Vediamo adesso cos’è, come funziona e soprattutto chi può usufruire degli incentivi sulla domotica.

Altri sistemi

Quando parliamo di sistemi domotici ci riferiamo a strumenti che consentono il controllo di impianti di riscaldamento ed elettrici da remoto grazie all’utilizzo di semplici app installate sullo smartphone. Queste permettono infatti di tenere traccia del funzionamento degli apparecchi presenti in casa come la climatizzazione dell’aria, il riscaldamento, i sistemi elettrici e così via.

Ecobonus ed efficienza energetica

Il bonus domotica funziona allo stesso modo dell’ecobonus per l’efficientamento energetico, quindi una volta installato il sistema, dovrai farti rilasciare dal tecnico una dichiarazione che attesti l’avvenuta installazione. Inoltre, dovrai effettuare il pagamento esclusivamente tramite bonifico postale o bancario e nella causale del versamento dovrà risultare: • il codice fiscale del contribuente che richiede la detrazione; • il codice fiscale o numero di partita Iva della ditta installatrice. L’Enea inoltre chiarisce che, per usufruire della detrazione, la documentazione necessaria dovrà essere inviata telematicamente, entro 90 giorni dalla fine dei lavori, attraverso il sito dedicato, sul quale sarà necessario prima di tutto registrarsi.
App features

Bonus casa 2018 novità Legge di Bilancio

Le novità bonus casa 2018 che il Governo Gentiloni ha voluto introdurre con la nuova Legge di Bilancio 2018, riguardano l'ampliamento dei bonus e delle percentuali di detrazione che spettano a chi ristruttura casa e/o fa interventi di risparmio energetico o fa prevenzione o interventi antisismici.
Ecco le novità sui nuovi bonus casa 2018:

    •    Bonus casa 2018 ristrutturazioni: detrazione del 50% per una massimo di spesa pari a 96.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo estesa anche ad altri tipi di intervento. Tale bonus, infatti, dovrebbe cambiare forma e sostanza con il nuovo bonus verde 2018, con detrazione al 36% per la riqualificazione urbana con interventi agevolabili per i privati e condomini per terrazzi, balconi e giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico.
    •    Ecobonus 2018: detrazione al 65% per tutti coloro che effettuano interventi di risparmio energetico, per un massimo di spesa pari a 100 mila euro da suddividere sempre in 10 anni. L'Ecobonus con la nuova legge di bilancio 2018, è esteso all'edilizia popolare, ossia, alle case popolari. Un'altra novità è che dal 2018, la detrazione caldaie cambia.
    •    Bonus caldaie 2018: dal 1° gennaio 2018, entra in vigore il nuovo bonus caldaia a condesazione 2018.
    •    Bonus mobili 2018: agevolazione che prevede una detrazione pari al 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici, è stata riconfermata per il 2018.
    •    Sismabonus 2018: detrazione fino all’85% per chi effettua interventi su tutto l’edifico di risparmio energetico o di adeguamento sismico con il cd. sismabonus. Per il sismabonus, si parla anche di una possibile estesione dell'agevolazione ai capannoni e alle imprese. Novità 2018, approvata nella Legge di Bilancio 2018, è il bonus unico condomini.
    •    Bonus unico condomini 2018: solo per i lavori di riqualificazione energetica condominiali, sismabonus + ecobonus, con detrazione spese all'80% o 85%, a seconda del grado di riduzione del rischio raggiunto con gli interventi stessi.
    •    Bonus verde 2018: interventi di sistemazione e recupero del verde di giardini, terrazzi, balconi anche condominiali e di interesse storico.
Se quindi tali novità verranno inserite nel testo della nuova Manovra 2018, i contribuenti potranno fruire di una detrazione bonus casa 2018 graduale che va un minimo del 50% fino ad un massimo dell’85% a seconda del rendimento energetico o sismico acquisito.
Bonus condomini 2018:
Bonus condomini 2018 novità: il bonus IRPEF prevede ora che lo Stato rimborsi la detrazione del 65% della spesa a rate, in 10 anni.
L’ipotesi al vaglio del governo come confermato dal ministro Delrio è quello di prevedere delle detrazioni diverse dal 65% attualmente spettante. Tali nuove detrazioni, saranno modulate a seconda dei risultati raggiunti con gli interventi di risparmio energetico.
Il Governo inoltre proporrà di estendere il bonus anche ai lavori su giardini condominiali e balconi per il rifacimento delle facciate e per gli interventi atti alla rimozione dell’amianto dai tetti, un'operazione questa molto dispendiosa.
Inoltre il governo cercherà di unificare l'Ecobonus al sismabonus al fine di avere un unico cantiere per i condomini.
Bonus casa: nuovo bonus verde 2018
Un'altra novità che il Governo Gentiloni ha inserito nella nuova nuova legge di Stabilità 2018 è il bonus verde 2018 per giardini, terrazzi e giardini.
Il bonus verde mira alla riqualificazione urbana del verde e del recupero dei giardini di interesse storico.
Con il nuovo bonus verde 2018, la detrazione spettante è pari al 36% e spetta per le spese pagate dai privati e condomini per sistemare i giardin anche condominiali per favorire il rifacimento delle facciate dei palazzi, all’ecobonus e sismabonus estesi all’edilizia popolare.
Bonus casa 2018: Ecobonus, sismabonus e ristrutturazione
Partiamo ora delle novità Ecobonus 2018, non solo questo bonus per il risparmio energetico sarà rinnovato dalla nuova Legge di Stabilità ma sarà anche ampliato e diversificato nelle percentuali di detrazione.
Per cui se la prima buona notizia è la conferma ufficiale della proroga ecobonus 2018 per l’efficientamento energetico, la seconda è che sarà esteso anche ad altri tipi di lavori: caponnoni ed imprese, e la terza è che non ci sarà solo la detrazione al 65%.
Attualmente infatti i bonus casa sono 4 diciamo:
    •    Bonus ristrutturazione 2018 con detrazioni del 50% per i lavori edili semplici;
    •    Bonus mobili ed elettrodomestici: con detrazione 50% per un massimo di 10.000 euro è stato prorogato;
    •    Sismabonus: con detrazione dal 70 all'80% per le case, e dal 75 all'85% per i condomini. In base alle ultime novità, è stato approvato un emendamento alla Camera che prevede l'istituzione del cd. bonus unico condomini 2018che unisce, solo per i lavori di riqualificazione condominiali, il sismabonus con l'ecobonus, con una detrazione all'80% o 85%, a seconda del grado di riduzione del rischio raggiunto con gli interventi. 

    •    Ecobonus al 65%: in base alle ultime novità ecco le detrazioni che spettano per chi sostituisce la caldaia:
    ◦    detrazione 65%: se si installa una caldaia a condensazione di classe A e con contestuale istallazione di sistemi di termoregolazione evoluti;
    ◦    detrazione 50% se si istalla una caldaia a condensazione di classe A;
    ◦    detrazione 0%: se si istalla una caldaia di classe B.
tratto da Guidafisco.it | 4 gennaio 2018 13:14

Marcello Bertella è riuscito a ricreare un nuovo modo di vivere la casa. Non ho più la preoccupazione di dover aprire e chidere le tapparelle oppure di accendere l'antifurto ma anche avere la temperatura sempre controllata sia di giorno che di sera in estate ed inverno.

Stefano Franceschi

resta connesso

Abbiamo pensato ad una comunicazione periodica per rimanere aggiornati sulle novità tecnologiche
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

 

 

I nostri Partners

Impiantisti ed elettricisti

Idraulici

Impiantisti energie rinnovabili

Videosorveglianza e sicurezza